2015

auguri da PS

 

Certificato medico per attività sportiva non agonistica o ludico-amatoriale???

Image courtesy by Sattva www.freedigitalphotos.net

Image courtesy by Sattva www.freedigitalphotos.net

 

Finalmente chiarito chi dovrà presentare il certificato medico per attività sportive non agonistiche.Nel decreto firmato l’8 agosto di quest’anno riportato sul sito del Ministero della Salute, il Ministro Lorenzin  rende nota la “definizione di attività sportiva non agonistica ….chi deve fare i certificati, quali sono i medici certificatori, la periodicità dei controlli e la validità del certificato, gli esami clinici”. In pratica:

1- gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione
2 – coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)
3- chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale

In una nota ai medici di famiglia si conferma la soppressione dell’obbligo del certificato per attività ludico-amatoriali che era stato introdotto con la normativa del 2013,ovvero quelle attività sportive praticate da soggetti non tesserati finalizzate al raggiungere e mantenere il benessere psicofisico della persona (ad esempio fitness in palestra,tennis, calcetto.. )

Raccomandazioni Ministero della Salute per le vaccinazioni antiinfluenzali 2014-2015

“..la campagna di vaccinazione stagionale, promossa ed economicamente sostenuta dal Servizio Sanitario Nazionale, è rivolta principalmente ai soggetti classificati e individuati a rischio diinfluenza by MARCOLM complicanze severe e a volte letali, in caso contraggano l’influenza. L’offerta gratuita attiva è rivolta anche alle persone non a rischio che svolgono attività di particolare valenza sociale…

…la protezione indotta dal vaccino comincia due settimane dopo l’inoculazione e perdura per un periodo di sei-otto mesi, poi tende a declinare. Per tale motivo, e perché possono cambiare i ceppi in circolazione, è necessario sottoporsi a vaccinazione antinfluenzale all’inizio di ogni nuova stagione influenzale..”

Fonte:Prevenzione e controllo dell’influenza:
raccomandazioni per la stagione 2014-2015 Ministero della Salute  Vaccini : raccomandazioni 2014 15

E-book: La prevenzione del Tumore della Prostata

 

 

 

foto dimitri
E-book

clicca qui per leggere

l’e-book-prostata.pdf

 

del Prof.Mauro Dimitri

 

 

 

 

 

Quando lo stress infiamma i globuli bianchi….

 

imagecourtesy by: imagerymajestic/freedigitalphotos.net

imagecourtesy by:
imagerymajestic/freedigitalphotos.net

 

La lunga catena di eventi che si producono tra l’instaurarsi di uno stress cronico e il manifestarsi della malattia, si arricchisce di un nuovo anello con uno studio dei ricercatori dell’ Harvard Medical School di Boston e del Massachusetts General Hospital, che hanno mostrato come nei topi sani il perdurare di uno stress psicosociale può dare origine

Dove e come mi curo? Ecco a chi lo chiedono gli italiani

 

imagecourtesyby iosphere/freedigitalphoto.net

imagecourtesyby iosphere/freedigitalphoto.net

Il vero spauracchio di ogni medico, si sa, è Internet. E’ li che il paziente curioso, ansioso, qualche volta presuntuoso, cerca di carpire informazioni sul suo stato, per depositarle sulla scrivania del dottore con un punto interrogativo negli occhi. Eppure a questo atteggiamento, invero non molto apprezzato dagli operatori della salute, non corrisponde l’auspicato ricorso ai vari portali nati appositamente per orientare nella scelta del luogo di cura.

Alimenti e Aritmie:quando il batticuore si può prevenire….

cuore e alimenti

Se è vero che “al cuor non si comanda”,  possiamo  comunque evitare qualche errore di troppo.L’8 e il 9 maggio 2014 si è svolto il primo Congresso Italiano su Alimenti e Aritmie organizzato a Chieti, all’Università G.D’Annunzio Chieti-Pescara, dal direttore dell’Unità operativa di nutrizione umana e clinica del Dipartimento di Scienze sperimentali e cliniche, Nicolantonio D’Orazio.Durante questo congresso è stato sviscerato il nuovissimo argomento dei rapporti tra aritmie e sostanze presenti negli alimenti che le favoriscono. Molti di noi hanno sperimentato quel fastidioso galoppare un pò anarchico del cuore dopo un lauto pranzo,in grado di impedirci addirittura di riposare. E’ probabile- ci dicono gli studiosi-che abbia molto a che fare con quel che abbiamo appena mangiato.In un documento che verrà inviato al Ministero della Salute e delle Politiche Agricole,verrà avanzata  la proposta di comunicare ai consumatori la presenza di queste sostanze, definite nutriaritmogeni , sulle etichette alimentari.

Per assistere agli interventi  del Congresso  
clicca qui filmato della 1 parte del Congresso 

programma congresso alimenti e aritmie

 

 

 

 

 

 

Orecchio, naso, gola: che novità?

Colloquio con il Dott. AlessandroVagnetti, Specialista in Otorinolaringoiatria e Chirurgia cervico-facciale.dr Vagnetti

Fin dai primi anni della mia attività specialistica mi sono interessato in particolare di chirurgia del naso e dei seni paranasali, cercando di approfondire l’impiego di tecnologie innovative e mini-invasive per il trattamento delle patologie del distretto naso-sinusale.Questo interesse mi ha portato a pubblicare nel 2000 un articolo sull’impiego del Nd-YAG per la riduzione dell’ipertrofia dei turbinati, sulla prestigiosa rivista “The Laryngoscope”, pubblicazione della Società Americana di Otorinolaringoiatria. Da allora sono stati fatti numerosi passi in avanti, dal punto di vista